La qualificazione del formatore-docente in materia di sicurezza secondo i Criteri del D.M. 18 marzo 2014

Il 18 marzo 2014 è entrato in vigore il D.M. del 6 marzo 2013 sui criteri di qualificazione della figura del formatore-docente per la sicurezza sul lavoro che stabilisce il prerequisito base ed i criteri previsti per tale figura.
I criteri elencati nel Decreto, oltre al prerequisito minimo di scuola secondaria di secondo grado, prerequisito non richiesto ai Datori di Lavoro che effettuano la formazione ai propri lavoratori e a coloro che alla data del 18 marzo 2013 possedevano già almeno uno dei criteri previsti dal decreto, sono 6:
1. Precedente docenza come docente esterno, per almeno 90 ore negli ultimo tre anno nell’area tematica oggetto della docenza

2. Laurea (vecchio ordinamento, triennale, specialistica…) coerente con le materie oggetto della docenza o corsi post laurea (master, specializzazione dottorato…) nel campo della sicurezza sul lavoro, unitamente ad almeno un requisito tra:
2.a un percorso formativo sulla didattica (24 ore), o l’abilitazione all’insegnamento, o il diploma triennale, o un master in scienze della comunicazione, oppure, esperienze precedenti come docente (o per almeno 32 ore negli ultimi 3 anni in materia di salute e sicurezza sul lavoro, o per almeno 40 ore negli ultimi 3 anni in qualunque materia, o per almeno 48 ore in affiancamento, sempre negli ultimi 3 anni in qualunque materia).

3. attestato di frequenza con verifica dell’apprendimento a corsi di formazione della durata di almeno 64 ore in materia di salute e sicurezza sul lavoro, più almeno 12 mesi di esperienza lavorativa o professionale con l’area tematica oggetto della docenza, il tutto integrato da almeno uno dei requisiti descritti sopra al punto 2a.

4. attestato di frequenza con verifica dell’apprendimento a corsi di formazione della durata di almeno 40 ore in materia di salute e sicurezza sul lavoro, più almeno 18 mesi di esperienza lavorativa o professionale nell’area tematica oggetto della docenza, il tutto integrato da almeno uno dei requisiti di cui sopra si è detto al punto 2a.

5. esperienza lavorativa o professionale almeno triennale nel campo della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, coerente con l’area tematica oggetto della docenza, integrata da almeno uno dei requisiti B di cui sopra si è detto al punto 2a.

6. esperienza di almeno 6 mesi nel ruolo di RSPP o 12 come ASPP (ciò limita la possibilità di fare docenza al macro-settore ATECO di riferimento), integrata da almeno uno dei requisiti al punto 2°.
La qualificazione ottenuta, è acquisita in modo permanente, fermo restando l’obbligo di aggiornamento professionale, con riferimento alle aree tematiche per le quali il docente formatore abbia maturato il corrispondente requisito di conoscenza/esperienza. Le aree tematiche attinenti alla salute e sicurezza sul lavoro sono tre:
• Area normativa/giuridica/organizzativa
• Area rischi tecnico/igienico-sanitari. Nel caso di rischi che interessino materie sia tecniche che igienico sanitarie, gli argomenti dovranno essere trattati sotto il duplice aspetto.
• Area relazioni/comunicazione
L’applicazione del Decreto relativo ai criteri di qualificazione del formatore-docente del decorre dal dodicesimo mese dalla data di pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale, il 18/03/2015. Mentre, per i Datori di Lavoro RSPP, di cui all’art. 34 del D.Lgs 81/2008, che svolgono o intendono svolgere attività formativa nei soli riguardi dei propri lavoratori, ai sensi dell’accordo stato regioni e Prov. Autonome del 21/12/2011, devono, entro ventiquattro mesi dall’entrata in vigore del suddetto Decreto, entro il 18/03/2016, dimostrare di essere in possesso di uno dei criteri previsti dal Decreto.
Per quanto riguarda l’aggiornamento professionale, il formatore-docente è tenuto con cadenza triennale, alternativamente:
alla frequenza, per almeno 24 ore complessive nell’area tematica di competenza, di seminari, convegni specialistici, corsi di aggiornamento organizzati da soggetti di cui all’art. 32, comma 4 del D.lgs 81/2008 e smi. di queste almeno 8 devono essere relative a corsi di aggiornamento.
Ad effettuare un numero minimo di 24 ore di attività di docenza nell’area tematica di competenza.
Per i formatori-docenti qualificati alla data dell’applicazione del Decreto, il 18/03/2015, il triennio decorre dalla data medesima. Per tutti gli altri, il triennio decorre dalla data di effettivo conseguimento della qualificazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...